Wedding Location: sposarsi a casa propria con stile

Giusy 26 giugno 2014

Decorare la casa in occasione di un matrimonio è un piacere che molte future spose non vogliono affidare a professionisti ma vogliono realizzare con le proprie mani; l’impresa non è impossibile, ma bisogna fare attenzione ad alcuni particolari fondamentali per non cadere negli eccessi e nel cattivo gusto…

La Wedding Location “a modo mio” –  le spose di oggi protagoniste in prima linea

Organizzare bene gli spazi è indispensabile, come primo passo, liberando i locali da mobili inutili o suppellettili in esubero, lasciando solo tavoli, poltrone, divani e sedie nelle sale dove si concentreranno tutti gli invitati…

Wedding location: sposarsi a casa

…prima di questo bisognerà attuare una pulizia profonda e accurata di tutte le superfici, degli infissi e delle vetrate; l’igiene deve essere impeccabile anche laddove sia impensabile che un ospite possa mettere mani o occhi.

Decorare la location per un matrimonio a casa

Le decorazioni devono essere ben calibrate e possibilmente in due sole tonalità di colore che devono ben amalgamarsi con gli ambienti e gli abiti indossati dalla sposa; assolutamente d’obbligo per il giorno più bello tanta argenteria e cristalleria, vasi e coppe di varie forme e misure colmi di confetti da matrimonio, ma anche da bon-bon nei toni degli addobbi, di grande effetto anche  larghe boule di vetro riempite a meta d’acqua dove porre rose senza gambo, l’argenteria e la cristalleria  nel caso può essere presa anche a noleggio.

Gli elementi decorativi devono puntare su fiori e palloncini che in questo momento sono il must per un weeding-day glamour, ammessi anche il tulle e i nastri e piccole lanterne o lumini, le parti decorabili in casa sono le ringhiere,  le porte ad arco, i cancelli, finestre e  verande, scale, lampadari e colonne, non bisogna assolutamente eccedere con i decori nei locali più piccoli, ottima soluzione veloce e dalla classe garantita è quella di distribuire negli angoli grandi giare colme di fiori o cesti, a patto che siano di una altezza che supera i 60 cm.

Cosa evitare…

Evitare decisamente cuori, stelle e striscioni che fanno tanto “sagra” di paese; importantissimo anche apparecchiare con stoviglie in tono e addobbare bene i tavoli del buffet mantenendo le tonalità delle decorazioni; una nota raffinata può essere una filo-diffusione con musica classica a volume tenue e grandi specchi posti in posizioni strategiche per allargare gli ambienti e dare luce.

Da non confondere mai “elaborato” con “eccessivo”, orientatevi su piccoli bouquet di fiori disposti in modo scenografico su di un tavolo da donare a ogni invitata, e puntate molto sulle figure create con i palloncini, deliziosi quelli color avorio o traslucidi tipo perla, spezzate il candore del tulle e dei confetti con lampi di colore, ma non esagerate, più la tinta scelta è calda meno va utilizzata: ottimi i rossi, il tangerine, il porpora, il blu Cina, l’indaco, il verde menta, e il giallo Chartreuse.

Foto da web