Come togliere la carta da parati

La carta da parati, soprattutto per chi non l’ama, spesso rappresenta una bella scocciatura: quante volte infatti, dopo aver gettato un’occhiata alla triste carta da parati a strisce marroni dell’inquilino precedente, si è sentito il desiderio di rimuoverla via dai muri o di passarci sopra una mano di bianco?

Tuttavia, sebbene non sia vietato applicare la carta da parati nuova sopra quella vecchia oppure dipingerci sopra (entrambe sono soluzioni veloci, ma non funzionali), la cosa migliore da fare è quella di togliere la carta da parati e applicarne una nuova oppure ridipingere i muri con il bianco (ottimo per illuminare l’ambiente) o con il proprio colore preferito.

Rimuovere la carta da parati non è un’impresa impossibile né tanto meno così complicata da richiedere l’intervento di un professionista.

Tutto ciò che occorre è imparare come togliere la carta da parati vecchia e come prepararsi a trasformare le proprie quattro mura in un ambiente rinnovato, il tutto senza rovinare i muri e spendendo pochi euro.

Come togliere la carta da parati facilmente: preparativi preliminari

  1. Innanzitutto riordinate la stanza, mettendo tutti gli oggetti al centro, oppure, se è possibile, fuori dalla porta. Coprite i pavimenti e gli oggetti con una carta plastificata per proteggerli dall’acqua.
  2. Togliete l’elettricità e proteggete tutte le lampadine e le messe a terra con dei teli da pittore.
  3. Cercate di determinare che tipo di muro avete di fronte. I muri di cartongesso, per esempio, non devono essere bagnati troppo, altrimenti si rischia di danneggiarli, quindi non dovrete usare una quantità eccessiva di acqua.

Per quanto riguarda la carta da parati, se viene via con facilità, siete fortunati: si tratta di una carta da parati economica e che può essere strappata senza troppi problemi. Se invece, al contrario, non si smuove di un centimetro, in questo caso avrete a che fare con una carta da parati tradizionale e che dev’essere rimossa con acqua e prodotti chimici.

Come rimuovere la carta da parati economica

  1. Staccate i bordi della carta da parati con un coltello. In seguito usate le mani per togliere la carta da parati, cercando di rimanere il più possibile vicino ai muri per evitare di rovinarli. Ripetete l’operazione con tutte le pareti.
  2. Una volta rimossa la carta da parati, lavate i muri con acqua e sapone, poi aspettate che asciughino prima di applicare la nuova carta da parati oppure di dipingerli.

Come staccare la carta da parati tradizionale

  1. Mescolate dell’acqua calda con una soluzione apposta per rimuovere la carta da parati. Versate il liquido in un contenitore dotato di spruzzino.
  2. Applicate il liquido su un angolo del muro, poi lasciatelo agire per alcuni minuti.
  3. Con l’aiuto di un coltello rimuovete la carta da parati. Se l’operazione ha successo, ripetetela con il resto delle pareti.
  4. Se invece la carta da parati non viene via, prima di applicare la soluzione dovrete passare su tutta la superficie uno strumento apposta per toglierla, come ad esempio lo Scoring Toll for Wallpaper Removal della Papertiger. Per ottenere dei risultati ottimali, muovetelo sui muri tracciando degli ampi cerchi.
  5. Completata l’operazione, lavate i muri con sapone e acqua calda per togliere la colla e gli eventuali residui di carta. Lasciate asciugare completamente, poi procedete con l’applicazione della nuova carta da parati oppure con la tinteggiatura dei muri.

Togliere carta da parati: il consiglio in più

Se non volete usare prodotti chimici per togliere la carta da parati, l’aceto bianco rappresenta una valida alternativa naturale: mescolatelo con dell’acqua calda, poi spruzzate questa soluzione su tutta la superficie. L’acqua calda infatti, secondo l’opinione di chi l’ha provata, aiuterebbe a sciogliere la colla, mentre l’aceto la dissolverebbe del tutto.