Come fare un laghetto ornamentale per il giardino

Realizzare un laghetto può essere davvero un’idea magnifica per impreziosire il giardino: un piccolo specchio d’acqua, infatti, può divenire un vero e proprio angolo di natura, un punto del giardino da ammirare ogni volta che si vuol distendere la mente.

Creare un laghetto da giardino non è complicato, tuttavia è doveroso fare una premessa: dal momento che il laghetto è destinato ad ospitare degli esseri viventi, dunque pesci e piante acquatiche, esso non va inteso come un mero elemento decorativo, al contrario significa a tutti gli effetti adottare piante ed animali domestici e, di conseguenza, assumersi tutti gli impegni che questo comporta.

La soluzione più agevole: acquistare un laghetto preformato in plastica

Ci sono diversi modi per realizzare un laghetto da giardino: in alcuni casi queste creazioni vengono eseguite con dei veri e propri interventi di edilizia, ma vogliamo soffermarci sulle soluzioni più semplici, quelle dedicate a chi non vuol di certo stravolgere i propri spazi outdoor ma vuol limitarsi a creare un bel laghetto in modo semplice, pratico ed economico.

La soluzione più pratica è, per l’appunto, quella di acquistare un laghetto preformato in plastica: in commercio ce ne sono tantissimi e il consiglio è optare per un modello dalla capienza di almeno 100 litri.

Procurarsi un sistema di filtraggio e una pompa per far circolare l’acqua

Il laghetto va interrato in modo che possa ricreare un effetto quanto più naturale possibile e, affinché possa funzionare, è necessario acquistare una pompa che metta in circolo l’acqua e un sistema di filtraggio; ambedue gli elementi, facilmente reperibili in commercio presso negozi ed e-commerce di acquariologia, devono essere rapportati al litraggio del laghetto.

Curare i dettagli e abbellire i dintorni

Prima di riempire il laghetto e di attivare pompe e filtri è necessario curare tutti i suoi dettagli, come ad esempio la realizzazione del fondale, che si può creare utilizzando dell’apposito ghiaino.

Dal momento che, come detto in precedenza, il laghetto ha una forte valenza decorativa, non può che essere utile abbellire i suoi dintorni, magari con delle belle composizioni floreali: in e-commerce specializzati in vendita aiuole da giardino come MyGreenHelp si possono individuare molti diversi esempi.

Riempire d’acqua il laghetto e utilizzare un biocondizionatore

Quando tutto sarà completato sarà possibile riempire il laghetto ed azionare per la prima volta la pompa e il sistema di filtraggio, un momento, questo, che dona sempre una grandissima soddisfazione in quanto ciò che si è realizzato inizia a prendere vita in modo concreto.

Per fare in modo che l’acqua risulti il più gradita possibile a pesci e piante è importante utilizzare un biocondizionatore, un prodotto biologico che va semplicemente inserito in acqua e il cui dosaggio va valutato in relazione al litraggio; tutte le indicazioni sul corretto utilizzo, ad ogni modo, sono sempre specificate sulla relativa confezione, e anche questo prodotto si può trovare molto facilmente nei negozi specializzati in acquariologia.

Prima di iniziare ad ospitare pesci e piante è sempre molto utile un periodo di “rodaggio” in cui il laghetto va tenuto attivo: questa fase è preziosa sia per riscontrare per tempo eventuali difetti di funzionamento, sia per fare in modo che il biotopo si avvii in modo ottimale e che quindi i pesci trovino un ambiente naturale e salutare.

A livello indicativo, può essere una buona norma quella di attendere un paio di settimane prima di inserire i pesci nel laghetto.

Piante e pesci che si possono ospitare

La gamma di piante acquatiche che possono essere inserite in acquario è davvero enorme e quelle più amate, nonché quelle più decorative, sono senz’altro quelle galleggianti.

Devono essere ospitati pesce d’acqua dolce, dunque, ma quelli tropicali, dunque i classici pesci d’acquario, non vanno bene, in quanto necessitano di temperature più elevate rispetto a quelle di un ambiente outdoor: i pesci più adatti al laghetto da giardino sono i cosiddetti pesci d’acqua fredda ovvero i comuni e diffusissimi pesci rossi oppure le carpe koi, animali davvero meravigliosi che possono raggiungere dimensioni importanti.

An.ArredamiCasa partecipa al programma di affiliazioni di Amazon, ricevendo un guadagno dagli acquisti idonei.