Usare gli specchi per arredare casa: i consigli giusti

Quando si decide di ricorrere agli specchi per arredare la propria abitazione, una delle prime decisioni da prendere ha a che fare con le cornici e con il loro spessore. Una cornice piuttosto robusta, infatti, rischia di rendere l’arredo pesante, ma al contempo gli conferisce un certo carattere. Nel caso in cui si opti per una cornice molto fine, al contrario, si ha l’occasione di sfruttare la capacità dello specchio di far sembrare il locale più grande e di amplificare la luminosità che ne deriva. Vero è, per altro, che con una cornice in bella evidenza ci si può permettere di giocare con una grande varietà di stili, che si tratti di minimal o di rococò. Quello che conta è allontanarsi dalla neutralità e scegliere delle soluzioni di arredo che siano in linea con il proprio modo di essere e con la propria personalità.

Come studiare l’integrazione con i mobili

Nulla vieta di utilizzare gli specchi per rimpiazzare le parti originali dei mobili: lo scopo è quello di fare in modo che un vecchio suppellettile possa tornare o diventare moderno. Immaginiamo, per esempio, di avere a che fare con un armadio di grandi dimensioni: in questo caso gli specchi potrebbero essere posizionati all’interno delle cornici delle ante e contribuirebbero ad accentuare la profondità della camera. Ma anche i comodini e le cassettiere possono accogliere gli specchi, se non addirittura le porte: insomma, c’è di che sbizzarrirsi in quanto a creatività e fantasia.

Dove trovare gli specchi di design

Scoprendo alcuni specchi particolari su Mobilia Store si può verificare come questi elementi di design siano in grado di rivoluzionare il carattere di un soggiorno o di una stanza da letto. Il catalogo visibile su mobiliastore.it è una vera manna per gli appassionati e le appassionate di interior design, con soluzioni disponibili a prezzi scontati che possono essere acquistati in pochi clic. Dagli specchi da terra in legno naturale alle specchiere da parete, passando per gli specchi rettangolari e quelli tondi, ce n’è per tutti i gusti e per tutte le misure.

Uno stile ricercato

In effetti, è sempre bene prestare attenzione alle misure per avere la certezza di non eccedere: in genere gli specchi servono a dare volume quando si ha a che fare con spazi ridotti, ma sono utili anche per definire gli ambienti e renderli riconoscibili, magari in virtù di uno stile particolare. Ogni casa ha il suo stile, e ogni stile vuole uno specchio particolare.

Perché scegliere gli specchi per arredare

Uno dei pregi degli specchi è rappresentato dalla loro capacità di moltiplicare l’effetto illuminante delle fonti di luce a cui vengono messi di fronte. Per questo si potrebbe ipotizzare di collocare uno specchio davanti a una finestra, in modo da rendere gli interni più luminosi; una valida alternativa è, invece, quella che prevede di metterlo in una posizione che consenta di sfruttare il riflesso di un lampadario. Tale opportunità va sfruttata specialmente nell’ipotesi in cui vi sia la necessità di rendere un angolo buio un po’ più vivace.

Specchi in tutta la casa

Insomma, gli specchi hanno la grande capacità di abbinare la funzione estetica con quella pratica: sono elementi decorativi che manifestano la propria utilità nella vita di tutti i giorni, soprattutto quando ci si deve vestire o ci si deve pettinare, ma contribuiscono anche a modificare l’aspetto delle stanze e addirittura a farle apparire più grandi di quanto effettivamente non siano.