Idee su come realizzare un giardino verticale

Fare giardinaggio è sempre bello, perché oltre a permetterti di stare all’aria aperta, se hai il “pollice verde” ti consente di esprimere al massimo la tua creatività e anche di soddisfare la tua passione per la cura delle piante.

Tuttavia se vivi in un appartamento, oppure in una città in cui non sono disponibili terreni per fare un orto cittadino, la mancanza di spazio potrebbe rivelarsi un problema.

In questo caso però esiste una soluzione fattibile e anche bella esteticamente: il giardino verticale!

Questo tipo di giardino, molto amato in Giappone, negli Stati Uniti e in Inghilterra, oltre a non occupare spazio (se non hai un balcone o una veranda, puoi realizzarne uno anche all’interno della tua casa o del tuo appartamento!), permette di sfruttare al meglio lo spazio verticale, che è quello più presente in città.

Prima però di fiondarti a comprare le prime piante rampicanti che ti capitano, fermati, perché stiamo per svelarti come realizzare un giardino verticale e tutti i segreti per avere fiori colorati, e anche frutta e verdura fresca, grazie ad esso!

Giardino verticale: occorrente

  • Telaio in ferro o rete da giardino, grande quanto lo spazio a disposizione.
  • 4-6 legni, di circa 10x5x5 centimetri, per sostenere la griglia al muro.
  • Pallet per giardino verticale per allineare il telaio.
  • Un foglio di plastica.
  • 4 tele di iuta per trattenere il terriccio. In linea di massima dovrebbe avere le stesse dimensioni della griglia, più altri 20 centimetri sui lati lunghi.
  • Vernice per proteggere il legno dagli agenti atmosferici oppure dall’acqua.
  • Viti, ferri da crampo, ecc.
  • Trapano, martello, cacciavite e sega manuale.

Giardino verticale fai da te: procedimento

1. Pallet per il giardino verticale

Prima di iniziare a costruire il tuo giardino verticale con i pallet, dovrai pitturare tutti i pezzi di legno con la vernice protettiva per ripararli dalla pioggia.

In caso contrario, il legno inizierà a marcire e il tuo giardino verticale potrebbe cadere e non durare per tutto il tempo che vorresti.

I pallet devono essere utilizzati per rivestire il telaio e renderlo più solido, in modo da trattenere il peso della terra bagnata. Se sono troppo lunghi, usa la sega per tagliarli della giusta dimensione e far sì che si adattino al telaio.

Alla fine dovresti ottenere tre pezzi: uno più corto per la parte superiore e due lunghi per i lati.

I legni di 10x5x5 centimetri devono essere usati per fissare la cornice alla parete. Dato che per fare ciò utilizzerai i lati lunghi, procurati delle viti lunghe (all’incirca di 15 centimetri).

Pratica un foro in ciascun legno usando un trapano con un diametro leggermente più piccolo  della vite, quindi inserisci la vite.

Attacca i tre pallet al telaio usando dei crampi di ferro, quindi gira il telaio e collega insieme tutte le assi, usando strisce o angoli di collegamento.

2. Fissaggio al muro

Una volta ottenuta questa cornice, dovrai fissarla al muro in quattro punti: nei due angoli superiori e su ciascun lato (circa a metà).

Usa il telaio per segnare questi punti, poi pratica dei fori e inserisci le spine.

Se questo non dovesse essere possibile, fai due fori negli angoli inferiori, poi ritaglia altri due pallet per fissare il fondo del telaio al muro.

Per proteggere il muro dalle radici delle piante e dall’umido, prima di fissare il giardino verticale dovrai attaccare un pezzo di plastica grande come il telaio.

3. Copri

Copri la plastica con la prima tela in iuta e fissala nei quattro angoli con le viti, poi fai lo stesso con le altre tre. Prendi quindi il telaio, poi fissalo con delle viti.

Taglia poi la plastica in eccesso. A questo punto il tuo giardino verticale è quasi pronto.

4. Aggiungi della terra

Pratica dei fori nella tela di iuta. Inserisci un po’ di terra bagnata con acqua, poi la piantina, che dev’essere sì piccola, ma non così tanto da essere vulnerabile.

Giardino verticale: i consigli in più

  • Se l’idea di piantare delle piante direttamente nella iuta non ti soddisfa, oppure pensi che sia troppo complicato, in alternativa puoi anche utilizzare dei vasi per giardino verticale, che dovrai fissare saldamente al telaio con filo di ferro oppure con un supporto apposito (lo puoi trovare sia nei negozi di giardinaggio sia online) per impedire che cadano.
  • Usa piante perenni: se pianterai nuove piante ogni anno, consumerai più in fretta il tuo giardino, quindi avrai bisogno anche di alcune piante, come l’edera, che possano mantenere viva la terra anche durante l’inverno.
  • I pomodori sono una delle verdure, insieme alla zucca e alle zucchine, che possono essere piantati nel giardino verticale, ma tieni presente che i primi due anni ti daranno degli ottimi raccolti, mentre dal secondo in poi, proprio perché la terra con il passare degli anni tende ad asciugarsi, potrebbe essere un po’ più difficile portarli in tavola.
  • Dato che la parte superiore del giardino verticale tende a disidratarsi più in fretta, coprila con un po’ di paglia. La paglia, per tutta la durata della sua vita, si occuperà di assicurare l’umidità necessaria alla parte superiore del giardino verticale e, quando seccherà, diventerà compost per le piante.