Ristrutturare bagno piccolo: quanto costa?

Ristrutturare un bagno piccolo costa di meno rispetto a ristrutturare un bagno di famiglia, ma ciò non vuol dire che sia più economico: secondo i dati attuali, il consumatore per un’opera di questo genere deve prevedere una spesa dai 5000 euro in su.

Ci sono infatti tanti fattori che possono incidere sui costi di ristrutturazione del bagno, ad esempio lo stato generale dell’impianto idraulico, la presenza o meno di vecchie piastrelle che devono essere rimosse, soprattutto se quest’ultime sono scheggiate o, peggio ancora, rotte, il mantenimento dei vecchi sanitari o la sostituzione degli stessi con altri più nuovi e performanti e, da ultimo ma non meno importante, l’eventuale riverniciatura di pareti annerite dalla muffa o da altri fattori ambientali o di varia natura, come il fumo delle candele o delle sigarette.

Fatta questa premessa, vediamo come ristrutturare un bagno piccolo.

1) Rimozione sanitari

Per prima cosa si dovranno rimuovere, oltre ai rivestimenti, anche i sanitari da sostituire e le vecchie piastrelle. Per quanto riguarda le tempistiche della ristrutturazione di un bagno piccolo, si dovranno calcolare tra i sette e gli otto giorni.

2) Impianti e rivestimenti

In seguito si dovranno posare i nuovi impianti, dopodiché si dovrà posare il fondo doccia, il pavimento, i nuovi rivestimenti, passare l’intonaco e montare i nuovi sanitari e la nuova rubinetteria.

Se si decide di sostituire tutti i sanitari con altri nuovi, meglio optare per quelli salvaspazio, che oltre ad essere poco ingombranti, sono anche belli da vedere. I filomuro, come anche quelli sospesi, rappresentano la soluzione più gettonata per risparmiare spazio.

Occhio anche alla loro profondità: i lavabo dovranno essere profondi al massimo 25 centimetri, mentre per il bidet e il wc si dovranno prevedere 50 centimetri.

3) Box doccia al posto della vasca da bagno

Per guadagnare un po’ più spazio, o se si vive in casa insieme a persone anziane che però non sono invalide, un’altra soluzione salvaspazio (e anche salva salute) potrebbe essere quella di installare un box doccia al posto della vasca da bagno. In questo modo, se lo si desidera, accanto alla doccia si potrà mettere un armadio con la lavatrice e l’asciugatrice.

4) Sanitari poco ingombranti

I sanitari per bagni piccoli più economici hanno un prezzo che oscilla dai 183 ai 189 euro, ma si possono trovare anche molte soluzioni per 250 euro (fascia media).

Così non solo si sarà guadagnato spazio, ma si avrà anche ottenuto una mini lavanderia che, a seconda del bisogno, si potrà far apparire o scomparire.

Se invece non si vuole rinunciare al piacere di un bagno rilassante dopo una giornata di duro lavoro, in commercio esistono anche vasche da bagno salvaspazio per il bagno piccolo, come ad esempio Paiova.

Questa vasca da bagno, creata dalla Duravit, è riconoscibile dalla sua caratteristica forma a trapezio, che però nasconde una funzione pratica: offre infatti tutto lo spazio necessario per fare il bagno e rilassarsi, ma nello stesso tempo non ne ruba troppo a quello già ridotto che si può trovare in un bagno piccolo.

La Paiova, oltre ad uno schienale inclinato a sinistra, offre anche la funzione idromassaggio.