Scale a sbalzo: design e leggerezza

Le scale a sbalzo rappresentano una soluzione moderna e di grande design che permette di realizzare installazioni più snelle sia all’interno che all’esterno della propria abitazione. Queste scale, confrontate con quelle classiche, conferiscono un’idea di maggiore leggerezza, anche in virtù del fatto che il peso complessivo, a prescindere dai materiali utilizzati, è inferiore rispetto ad altre tipologie di scale più tradizionali.

Le scale a balzo presentano una larghezza compresa tra i 60 ed i 120 cm ed hanno il grande vantaggio di raggiungere qualsiasi altezza e svilupparsi in qualsiasi forma. Queste scale, dette anche scale autoportanti o sospese, sono la soluzione ideale per dare un tocco rifinito e raffinato agli ambienti moderni ma anche a quelli classici. I gradini vengono fissati ad una parete senza cosciali visibili e questo bellissimo effetto di sospensione, contribuisce a donare fascino ed eleganza alla scala sospesa. Si possono inoltre abbinare diversi materiali così da creare una realizzazione finale personalizzata ed originale. Si possono individuare due tipologie di scale a sbalzo: classiche e modulari.

Scale a sbalzo classiche

Le scale a sbalzo classiche vengono inserite nel cantiere ancora grezzo e necessitano di una struttura metallica portante da “agganciare” alla parete portante o semi-portante. Sia i gradini che le ringhiere vengono costruiti precedentemente e poi montati all’interno del cantiere, quando esso è quasi finito. Non sempre è presente una parete portante e, in tal caso, le scale sospese vengono dotate di un sostegno misto. I gradini possono essere in legno massello a vista oppure rivestito con acciaio inox, cristallo stratificato o metallo rivestito con resina. Si possono inoltre abbinare delle ringhiere in acciaio, in ferro o in cristallo creando degli accostamenti e dei contrasti molto suggestivi che danno ulteriore pregio e valore all’ambiente. Le scale autoportanti hanno bisogno di un apposito rivestimento, come la lastra in cartongesso o la boiserie, per nascondere le strutture in metallo ed i perni di regolazione.

Scale a sbalzo modulari

Le scale a sbalzo modulari non sono realizzate in laboratorio, dove vengono invece preparati esclusivamente i pezzi che la compongono. Hanno quasi sempre bisogno di una parete portante o semi-portante dove essere agganciate, ma in alcuni casi possono essere montate su tavolati in legno, se le dimensioni lo consentono. Per ogni gradino vengono praticati 2 fori da 35 mm dove devono essere inseriti dei perni che successivamente sono murati con mastice e resine.

Per sostenere la struttura e creare un collegamento solido tra i vari componenti bisogna realizzare un piedino di scarico laterale. I gradini sono generalmente realizzati in legno massello a vista oppure rivestito con acciaio inox, cristallo stratificato o metalli ricoperti con resina. La combinazione di materiali è molto variegata, soprattutto per quanto riguarda le ringhiere, e consente di realizzare scale sospese per interni molto suggestive e con un grande impatto visivo.

Nello specifico, si possono realizzare le seguenti soluzioni: ringhiera a 2 colonne per gradino; ringhiera in acciaio lucido satinato a 3, 5 o 8 fili più il corrimano; ringhiera composta da ottone, rame ed acciaio; ringhiera a 3 rami in acciaio; ringhiera in vetro: molato, trasparente, extra-chiaro, satinato, senza montanti, senza corrimano, temperato e stratificato.

Anche le scale modulari possono essere montate con un sistema di supporto misto, se il percorso non è completamente affiancato da una parete portante. Se il sostegno manca del tutto si realizzano strutture metalliche e distanziali a soffitto o a pavimento, a seconda delle preferenze.

Quali materiali scegliere per le scale a sbalzo

Le scale a sbalzo si fanno preferire soprattutto per la loro versatilità poiché consentono di realizzare abbinamenti e accostamenti tra i materiali, esteticamente molto suggestivi. A seconda dell’ambiente, si possono scegliere ed eventualmente mixare con gusto diversi materiali come ferro, vetro, legno ma anche marmo che contribuisce a dare un aspetto imperioso ed imponente. Anche la ringhiera può essere realizzata in diversi materiali in quanto non ha solo un compito funzionale, ma rappresenta un elemento di grande design.

Uno dei materiali più gettonati per le scale sospese è il vetro, da sempre sinonimo di leggerezza, raffinatezza e funzionalità. Il vetro dà un senso di grande contemporaneità, ma all’occorrenza si inserisce bene anche in ambienti classici grazie alla sua estrema adattabilità e versatilità. Un parapetto in vetro conferisce un notevole senso di leggerezza a tutta la struttura, alleggerendo quegli elementi che rischierebbero di essere eccessivamente pesanti.

L’acciaio, invece, si inserisce perfettamente negli ambienti con stile industriale e contemporaneo. La struttura ne guadagna in stabilità e solidità, accentuando ed impreziosendo lo stile moderno dell’arredamento. Per sfruttare al massimo le caratteristiche di questi due materiali, si possono abbinare vetro ed acciaio dando vita a veri gioielli di arredo.

Come scegliere la tipologia di gradini?

I gradini vanno scelti in base alla destinazione d’uso ed all’ambiente circostante. I gradini intermedi, ad esempio, sono in grado di fondersi nell’ambiente circostante con grande discrezione, dando un senso di continuità stilistica. Ci sono scale moderne salvaspazio particolarmente adatte negli ambienti di piccole dimensioni. Le scale in legno risultano perfette per i soppalchi e poi ci sono altre soluzioni, ancora, che mixano vari materiali creando un perfetto compromesso tra eleganza, resistenza e comodità.