Deumidificatori: cosa sono e come funzionano
Dehumidifiers extract moisture from the air to reduce the level of humidity in the area. Shot in studio with a DSLR camera.

I deumidificatori sono degli apparecchi che si occupano di regolare l’umidità in una stanza, rimuovendo quella in eccesso e creando così un ambiente inospitale per gli acari, per le muffe e per gli altri organismi che scatenano le allergie.

Come funzionano però i deumidificatori? E quali sono i meccanismi che consentono loro di catturare l’umidità sotto forma di gas e di rimuoverla dall’ambiente sotto forma liquida?

Deumidificatori: come funzionano

Hai mai notato che, nelle giornate più calde, l’umidità può formare una sottile patina sull’esterno di un bicchiere freddo?

Ecco, questa patina è la condensa e, una volta che lo sai, capire come funzionano i deumidificatori diventa più facile.

I deumidificatori per ambienti funzionano in modo simile agli impianti di condizionamento: l’aria calda, e umida, viene aspirata da un ventilatore e, successivamente, passa nelle serpentine raffreddate, per poi condensarsi sulle bobine all’interno dei deumidificatori.

Mentre l’aria si raffredda, la sua capacità di trattenere l’umidità scende e, quando ha dentro più umidità di quanta ne possa contenere, forma quella condensa a noi familiare.

In seguito l’aria raffreddata passa di nuovo sopra i motori caldi dei deumidificatori, che la riscaldano leggermente prima di scaricarla di nuovo nella stanza.

L’aria secca e calda esce dai deumidificatori e attira l’umidità come un magnete, massimizzando l’efficienza dell’apparecchio.

Qui di seguito troverai tutti i passaggi che i deumidificatori eseguono durante il loro funzionamento:

  • L’aria viene aspirata nell’unità da un ventilatore.
  • L’aria passa sopra le bobine raffreddate.
  • Quando l’aria si raffredda, l’umidità si condensa.
  • L’acqua cade nella vaschetta raccogligocce o nel secchio rimovibile.
  • L’aria viene riscaldata dal sistema di recupero del calore
  • L’aria più calda di due gradi, grazie all’essiccatore, si disperde gradualmente nella stanza.
  • Il sistema di sbrinamento sbrina in automatico l’unità, se necessario
  • I deumidificatori si spengono in automatico quando i secchi di drenaggio sono pieni.
  • Quando i deumidificatori raggiungono il livello di secchezza selezionato per la stanza, si spengono in automatico.

I deumidificatori più popolari hanno una vaschetta raccogligocce, o un secchio rimovibile, in cui la condensa si raccoglie per consentire un facile smaltimento.

Alcuni sono anche dotati di una pompa integrata per il drenaggio continuo dell’acqua.

Deumidificatori: come sceglierli

Se la tua casa è molto umida, la scelta del giusto deumidificatore potrà aiutarti a risolvere il problema, ad avere un’aria più salubre e ad evitare la formazione di muffe che, con il passare del tempo, potrebbero anche influire sulla tua salute.

Per quanto riguarda la scelta, dovrai considerare i seguenti fattori:

Portata del problema: l’intera casa è umida oppure il problema si concentra in un’unica stanza?

Nel primo caso dovrai acquistare un deumidificatore grande, da collegare al sistema HVAC, con un tubo di scarico che sfocia in un lavandino inclinato, in una pompa di raccolta o all’esterno.

Attenzione: il deumidificatore professionale, sebbene sia molto efficiente, per contro non è economico e richiede l’installazione di un tecnico.

Alcuni deumidificatori portatili sono dotati di tubi che possono drenare, o pompare automaticamente, l’acqua raccolta

Altri invece sono dotati di una vaschetta per la raccolta dell’acqua che dev’essere svuotata con frequenza.

Metraggio dell’area: più l’area in cui si concentra l’umidità è ampia, più deumidificatori dovranno essere presenti.

Per esempio, se i muri della tua cucina “trasudano” acqua (un chiaro segnale che l’ambiente è molto umido), dovrai mettere almeno due deumidificatori portatili.

Efficienza energetica: i deumidificatori certificati Energy Star consumano circa il 15% in meno di energia rispetto alle umidità convenzionali.

Ciò significa, a lungo termine, un risparmio di circa 175 euro per tutta la durata della vita del deumidificatore.

Altri tipi di deumidificatori e come funzionano

A parete

I deumidificatori a parete, al contrario di quelli portatili che possono essere spostati da una stanza all’altra della casa, sono fissi.

Ciò significa che, una volta installati in un locale, non potranno più essere spostati.

I modelli più avanzati permettono di analizzare il consumo di energia e i costi operativi per la rimozione di ogni litro d’acqua.

Come i deumidificatori professionali sono molto efficienti, ma per contro sono anche costosi e, per installarli, è necessario richiedere l’intervento di un tecnico.

A sali

I deumidificatori a sali, oltre ad essere molto conosciuti, sono anche molto diffusi nelle case, in quanto rappresentano una soluzione a buon prezzo per risolvere il problema dell’umidità.

Questi deumidificatori, che si trovano nella maggior parte degli e-commerce, sono dotati di un coperchio e sono formati da due vaschette: la prima, più grande e che si trova nella parte inferiore, serve per la raccolta dell’acqua, mentre la seconda, più piccola e che si trova nella parte superiore, viene usata per mettere il sale per il deumidificatore.

È molto efficace, ed economico, ma dovrai mettere in conto (a seconda di quanto sia umida la tua casa) di cambiare il sale e di svuotare la vaschetta per la raccolta dell’acqua una volta a settimana.

Fatto in casa

Hai appena scoperto che la tua casa è umida, ma cerchi una soluzione naturale per deumidificare la casa?

Se la risposta è sì, allora prova questo deumidificatore naturale e fatto in casa: usando un trapano, fai dodici fori sui lati e sul fondo di un secchio, poi posizionalo in un altro secchio (non perforato) e versaci dentro del salgemma grosso.

Metti i due secchi nell’area da deumidificare, poi attendi che il salgemma faccia il suo lavoro e, quando sarà pieno, svuota il secchio inferiore in un lavandino o in giardino.

Il salgemma infatti, che è un materiale con cui vengono fabbricate le lampade di sale, è noto per la sua capacità di rimuovere l’acqua dall’aria, quindi risulta molto efficace per la deumidificazione.

È naturale, non tossico, economico, facile da lavorare e non richiede l’utilizzo di corrente elettrica, dunque è anche un’ottima soluzione per deumidificare la casa se hai animali domestici, bambini piccoli o vuoi semplicemente proteggere l’ambiente!

An.ArredamiCasa partecipa al programma di affiliazioni di Amazon, ricevendo un guadagno dagli acquisti idonei.

Ricevi aggiornamenti sull'arredamento