Piscine interrate: a skimmer o a sfioro?

Nella scelta di una piscina interrata, si è chiamati a decidere se optare per la filtrazione a sfioro o per quella a skimmer. Le piscine a skimmer interrate sono molto diffuse anche perché facili da realizzare: proprio per questo motivo presuppongono un esborso economico inferiore. Il loro sistema di filtrazione si basa sui cosiddetti skimmer, che sono prese aspiranti che operano insieme con le bocchette di mandata, il filtro e la pompa. La pompa aspira l’acqua tramite gli skimmer, che sono collocati a una quindicina di centimetri di distanza rispetto al bordo della piscina; in realtà, se si ricorre agli skimmer sfioratori, che sono soluzioni moderne e innovative, la distanza è anche più bassa. L’azienda WSP360 ci spiegherà caratteristiche e svantaggi per entrambe le categorie.

Come funzionano le piscine interrate a skimmer

L’acqua, in una piscina a skimmer, viene condotta al filtro prima di essere immessa di nuovo nella vasca tramite le bocchette di mandata. Occorre notare che gli skimmer non vanno collocati a ridosso del bordo della vasca, dal momento che metà della loro apertura deve risultare libera dall’acqua: solo in questo modo essi riescono a funzionare alla perfezione, aspirando nel migliore dei modi lo sporco di superficie. Proprio per questo motivo, tra il bordo e il pelo dell’acqua c’è una fascia perimetrale scoperta, che tuttavia è un inconveniente: si viene a depositare, infatti, lo sporco. Non solo: intorno alla linea d’acqua si favorisce la formazione di calcare. Niente di troppo grave, comunque, visto che il tutto può essere rimosso pulendo la piscina attraverso una manutenzione regolare e costante.

Come sono fatte le piscine a sfioro

Nelle piscine a sfioro l’acqua supera il bordo della vasca e tracima: una volta che è fuoriuscita dalla vasca, viene convogliata in una canalina che porta alla cosiddetta vasca di compenso, una sorta di serbatoio da cui l’acqua viene prelevata da una pompa e inviata al filtro. A questo punto essa viene re-introdotta nella piscina per effetto dell’azione delle bocchette di mandata che di solito si trovano sul fondo della vasca stessa. Dal punto di vista estetico, le piscine con il bordo sfioratore si rivelano piacevoli ed eleganti, anche perché offrono un effetto a specchio d’acqua molto suggestivo. Un altro vantaggio di cui è bene tener conto riguarda la pulizia della superficie dell’acqua, che è sempre impeccabile per effetto del continuo ricambio che avviene grazie alla tracimazione. Certo, si tratta di piscine piuttosto impegnative sul piano della costruzione.

I potenziali svantaggi delle piscine a sfioro

Nella scelta tra una piscina interrata a sfioro e una piscina interrata a skimmer, in sintesi, bisogna prendere in considerazione anche le caratteristiche del contesto a cui la struttura è destinata: nel caso di una piscina a sfioro è indispensabile costruire lungo l’intero perimetro una canalina che poi dovrà essere coperta con una griglia. Inoltre, la piscina dovrà essere impermeabilizzata come la vasca di compenso, che deve essere munita di sistemi di sicurezza ad hoc, come quello che segnala il livello minimo dell’acqua. Infine, una piscina a sfioro deve essere tenuta sempre in condizioni impeccabili, per garantire una tracimazione dell’acqua uniforme da ogni lato della vasca.