Come pulire gli infissi in PVC: consigli e prodotti

Consigli su come pulire gli infissi in PVC, validi sia per le finestre che per le porte finestre di casa. Scopri ogni quanto tempo vanno puliti gli infissi in pvc, quali prodotti utilizzare e quali evitare.

Da quando è stato introdotto per la prima volta negli anni Ottanta, il PVC è diventato la scelta più popolare per gli infissi delle case, principalmente perché rappresenta una gradita opzione senza manutenzione per i serramenti del bagno.

Difatti, mentre il legno ha bisogno di molte cure, il PVC può tollerare anni senza attenzione.

Tuttavia il PVC ha bisogno di un lavaggio regolare per rimanere fresco e luminoso, poiché la polvere e lo sporco si accumulano soprattutto sulle finestre in PVC bianche.

Pulizia serramenti PVC: ogni quanto andrebbe fatta?

Per le case che si trovano in paesi, città o vicine alla costa, la pulizia andrebbe fatta una volta ogni tre mesi, mentre per le abitazioni che si trovano in zone rurali, e che non sono esposte così di frequente agli agenti atmosferici, due volte all’anno sono più che sufficienti.

Fatta questa premessa, passiamo ora a vedere come pulire le finestre in PVC per far sì che siano sempre luminose e senza correre il rischio di rovinarne la superficie.

Come pulire gli infissi in PVC: ecco i passi da fare

  1. Inizia pulendo le cerniere e l’interno dei telai.
  2. Apri il più possibile la finestra fino a raggiungere il punto di resistenza. Non superare questo punto, altrimenti rischierai di rompere la finestra!
  3. Durante questa prima fase della pulizia degli infissi in PVC bianco, utilizza un aspirapolvere per aspirare eventuali accumuli di polvere dai cardini. Usa un aspirapolvere con una spazzola morbida per pulire intorno al telaio e per entrare in tutti gli angoli del telaio.
  4. Usa un panno morbido e acqua calda, in cui avrai sciolto qualche goccia di sapone neutro, per pulire l’interno dei telai delle finestre in PVC.
  5. Per evitare qualsiasi scolorimento o danni alla finestra in PVC da una pulizia eccessivamente rigorosa, cercando di rimuovere le macchie ostinate, un lavaggio regolare con acqua e sapone manterrà i serramenti in PVC nelle migliori condizioni.
  6. Utilizza una spazzola morbida o un panno morbido per rimuovere la polvere e lo sporco.
  7. Se disponi di un tubo per l’acqua da giardino, sciacqua le finestre con acqua pulita per rimuovere lo sporco.

Come pulire il PVC: prodotti consigliati

Per pulire il PVC, non è necessario acquistare dei prodotti specifici e costosi: spesso uno spruzzo di detersivo per piatti, oppure un detergente per vetri, può rivelarsi più che sufficiente.

Una cosa importante che dovrai tenere a mente al momento dell’acquisto di questi prodotti per pulire PVC (sempre se non li hai già in casa): non scegliere detergenti di tipo spray, ma in flacone, in questo modo riuscirai a dosarli più facilmente.

Come pulire le finestre in PVC: cosa evitare assolutamente

  • Non usare spugnette abrasive, lana metallica o spugne con una superficie abrasiva.
  • Non utilizzare detergente per vetri direttamente sui telai.
  • Non usare candeggina, alcol denaturato, acquaragia bianca o WD40.
  • Evitare, nella maniera più assoluta, anche i detergenti in crema, la polvere abrasiva o altri detergenti eccessivamente aggressivi.
  • Non usare detergenti caustici o a base di ammoniaca.
  • Ricordati che i diluenti di cellulosa fondono la plastica, quindi evita di utilizzarli sulle tue finestre in PVC.

Finestre in PVC: i consigli degli home designer per averle sempre splendenti

  • Il primo segreto per ottenere delle finestre cristalline, è quello di usare una spatola di qualità con una lama morbida (come fanno i lavavetri). Inizia da un lato e spazza da un lato verso l’altro dal basso oppure comincia da un lato, poi fai scorrere la spatola dall’alto verso il basso, quindi usa le dita o un panno per rimuovere l’acqua in eccesso dalla spatola prima di ripetere l’operazione.
  • Per ottenere una finitura davvero brillante, puoi anche usare un lavavetri specifico con un panno morbido, poi strofinare con un foglio di carta da giornale o con la carta da cucina. Non spruzzare però il detergente sui telai.
  • Puoi anche usare l’aceto bianco. È un ingrediente magico per la pulizia della casa. Mescola mezza tazza di aceto e due tazze di acqua calda, poi usa questa soluzione ecologica per lavare le tue finestre in PVC: l’ambiente ti ringrazierà, e anche i tuoi infissi, perché userai su di loro un prodotto completamente naturale e non aggressivo per la loro cura e la loro manutenzione.

An.ArredamiCasa partecipa al programma di affiliazioni di Amazon, ricevendo un guadagno dagli acquisti idonei.

Ricevi aggiornamenti sull'arredamento