You are currently viewing Prodotti e trucchi per pulire i mobili della cucina

I mobili, in particolare gli armadietti, sono il punto focale di qualsiasi cucina, quindi quando sono sporchi, le persone se ne accorgono subito. Le impronte digitali quotidiane, gli schizzi di cibo e le macchie d’acqua sono di solito i principali colpevoli, ma le macchie più resistenti possono accumularsi nel tempo.

Per fortuna, alcuni semplici trucchi per pulire i mobili della cucina possono aiutarti ad affrontare tutti i tipi di problemi, comprese le macchie di grasso e gli armadietti appiccicosi.

Per mantenere intatti i tuoi mobili, e far sì che durino nel tempo, dai una lettura a questa guida, dove troverai tanti suggerimenti su come pulire i mobili della cucina, e accertati di avere i detergenti giusti a portata di mano. Dopotutto ciò che funziona su un mobile laccato, potrebbe non funzionare su uno in vetro.

Mobili della cucina: ogni quanto dovrei pulirli?

Se vuoi risparmiare tempo ed energie, ti consigliamo un metodo di pulizia dei mobili da cucina in due parti, che includa ritocchi settimanali o stagionali.

Settimanale: invece di detergere i mobili da cucina con frequenza, il modo migliore per pulirli è quello di sottoporti a un trattamento anti macchie settimanale. Basta spruzzare un detergente multiuso su un panno in microfibra e rimuovere impronte digitali, schizzi e altri segni. 

Stagionale: sottoponi i tuoi mobili da cucina a una pulizia profonda tre o quattro volte all’anno. Per fare ciò, svuotali di tutto il loro contenuto, quindi tampona un panno in microfibra con un detergente delicato e pulisci i ripiani, l’interno e l’esterno delle ante. Utilizza un vecchio spazzolino da denti per trattare gli angoli e altre piccole fessure. Lasciare asciugare completamente prima di riempirli di nuovo.

Come rimuovere le macchie dai mobili della cucina

I tuoi mobili ospitano una vasta gamma di articoli e di ingredienti, oltre a sopportare l’uso quotidiano. Ecco alcune delle macchie più comuni e come rimuoverle dai mobili da cucina.

Impronte digitali: i residui oleosi sulle dita possono lasciare segni antiestetici sulle ante e sulla ferramenta degli armadietti. La pulizia dei mobili della cucina con aceto rimuove facilmente le impronte digitali. Inumidisci un panno in una soluzione 1:1 di acqua tiepida e aceto, poi applicalo sulle impronte e sfrega con energia.

Grasso: gli armadietti superiori della cucina sono più inclini alle macchie di grasso, ma niente paura: pulire il grasso non è difficile. Proprio come con le impronte digitali, puoi pulire i mobili della cucina unti con aceto diluito. Poiché queste macchie sono probabilmente più grandi di un’impronta digitale, potrebbe essere necessario ripetere il processo più volte per eliminare il grasso del tutto dagli armadietti.

Schizzi di cibo: forse uno schizzo di salsa al pomodoro è atterrato nel punto sbagliato, o una fuoriuscita dal piano di lavoro è gocciolata sui mobili di base. Qualunque sia lo scenario, pulisci gli schizzi di cibo il prima possibile prima di pulire i mobili da cucina con il bicarbonato di sodio. Soprattutto se stai lavorando su un materiale poroso, come il legno, e non vuoi dare alla macchia la possibilità di fissarsi in modo indelebile. Non appena te ne accorgi, quindi, asciuga gli schizzi di cibo con un panno umido, poi applica una pasta di bicarbonato di sodio e acqua sul punto, lascia riposare qualche minuto, quindi pulisci. Lucida infine l’area con un panno pulito.

Macchie d’acqua: se hai l’acqua piena di calcare, le macchie d’acqua sui mobili possono essere un problema comune quando pulisci i mobili da cucina. Il modo migliore per prevenire le macchie d’acqua è sostituire l’acqua del rubinetto con acqua distillata ogni volta che pulisci gli armadietti.

Graffi: rimuovi i graffi con una gomma morbida. Strofina delicatamente la gomma lungo il segno, quindi rimuovi i residui con un panno pulito. Questo trucco è molto utile per pulire i mobili da cucina bianchi.

Come pulire i mobili nuovi della cucina

Quando arriva una cucina nuova di zecca in casa, è sempre una gioia, ma per far sì che possa rimanere bella per molto tempo, è necessario prendersene cura e usare i prodotti giusti. Ecco quindi alcuni suggerimenti per pulire i mobili nuovi della cucina (questi trucchi puoi anche usarli per trattare anche i mobili lucidi della cucina e quelli verniciati).

  1. Per uno smacchiatore facile ed economico, mescola una parte di acqua con due di bicarbonato di sodio. Tampona la pasta sulla macchia, lasciala agire per qualche minuto, poi pulisci. Elimina ogni residuo con un panno pulito.
  2. Per pulire il grasso dai mobili nuovi della cucina, utilizza un panno con ammoniaca diluita. Pulisci delicatamente l’armadietto fino a quando la macchia non viene rimossa o risulta meno evidente. 

Come pulire i mobili laccati della cucina

I mobili laccati della cucina sono più belli da vedere, ma anche più delicati rispetto a quelli laminati, quindi dovrai prestare una maggiore attenzione per evitare di causare danni irreparabili.

  1. Per la pulizia settimanale, utilizza un panno morbido, leggermente inumidito, mentre per lo sporco più ostinato una soluzione blanda di detersivo per piatti in acqua tiepida con un panno morbido.
  2. Assicurati di strizzare l’acqua in eccesso per impedire che venga assorbita e, quando termini la pulizia, ricordati di asciugare tutte le superfici con un panno asciutto e pulito.

Come pulire i mobili ingialliti della cucina

I mobili ingialliti della cucina non sono mai un bel vedere, perché danno subito un’impressione di trascuratezza e di mancanza di pulizia. Tuttavia, se al momento il tuo budget non ti permette di acquistare dei mobili nuovi, ecco come puoi riportare al loro antico splendore i mobili ingiallati da cucina.

  1. Mescola due cucchiai di bicarbonato di sodio con un cucchiaio d’acqua tiepida per fare una pasta. Immergi una spugna umida in questo composto, poi usalo per strofinare delicatamente le parti ingiallite. Lascia il bicarbonato di sodio sugli armadietti per almeno 5 minuti, poi rimuovilo con acqua tiepida e una spugna pulita.
  2. L’ingiallimento residuo può essere rimosso lavando le superfici con una miscela di aceto, acqua tiepida e bicarbonato, o una soluzione di acqua tiepida e detersivo per piatti sgrassante.

Come pulire le ante della cucina

Lavare le ante con un detergente delicato e acqua tiepida, quindi asciugale accuratamente con un panno morbido, un asciugamano o carta da cucina. 

Se vedi che l’acqua saponata lascia delle striature sulle ante, prova a usare uno spray per la pulizia dei vetri, o anche solo un po’ di aceto diluito con acqua.

An.ArredamiCasa partecipa al programma di affiliazioni di Amazon, ricevendo un guadagno dagli acquisti idonei.

Ricevi aggiornamenti sull'arredamento