Ristrutturazione casa a Roma: a chi rivolgersi?

Come ristrutturare una casa a Roma? Si tratta di una domanda che ogni proprietario, come anche ogni inquilino che partecipa in modo attivo alla ristrutturazione di un immobile, prima o poi si pone, soprattutto se ha in progetto di ristrutturare una casa nella capitale italiana.

Ci sono innanzitutto molte scelte da fare, come ad esempio il tipo di opera che si vuole eseguire sull’immobile (restauro, riqualificazione energetica oppure altri lavori di miglioria o di sostituzione dei manufatti vecchi con altri più nuovi), il budget che si vuole spendere e, da ultimo ma non meno importante, la scelta della ditta a cui affidare i lavori.

Pratiche da presentare

Inoltre, se la ristrutturazione richiede l’abbattimento di alcuni muri, ci si dovrà recare in Comune a presentare una CILA oppure SCIA, ovvero una pratica amministrativa con cui si comunica l’intenzione di iniziare dei lavori su un immobile presente nel comune di Roma.

A questa pratica, che da maggio 2016 può essere inviata anche per via telematica attraverso il SUET, si dovrà allegare anche una domanda firmata dal proprietario (o dall’inquilino che partecipa al risanamento della struttura), una relazione tecnica firmata dal progettista, eventuali bozze e disegni che mostrano come si presenterà l’opera una volta conclusa e la comunicazione dell’impresa di costruzioni.

Costi medi di una ristrutturazione nella capitale

Per quanto riguarda i costi medi di una ristrutturazione, che di solito per il titolare di un immobile o per l’inquilino rappresentano spesso un punto dolente, a Roma si aggirano intorno ai 200 euro per metro quadrato.

Ciò significa che per un appartamento di 40 metri quadrati, il proprietario dovrà prevedere una spesa di 8000 euro.

Se invece hai bisogno di maggiori dettagli per il bagno, puoi leggere il nostro precedente articolo sulla ristrutturazione della stanza da bagno.

Ristrutturazioni a Roma: come scegliere la ditta di costruzioni

Dopo aver visto quali sono i passi da effettuare per la ristrutturazione di una casa a Roma e i costi medi, passiamo a vedere un altro aspetto fondamentale: come scegliere la ditta di costruzioni.

Iniziamo con il dire che un’impresa di edilizia, oltre ad offrire un’assistenza costante al cliente, dev’essere in grado di effettuare dei sopralluoghi nelle prime fasi della progettazione, di eseguire un rilievo grafico in CAD dello stato attuale dell’edificio, di fornire un preventivo definitivo e anche delle bozze pre e post opera da inoltrare al Comune di Roma per la concessione delle relative autorizzazioni.

Tra i suoi servizi dovrebbe anche includere la messa in pulizia dell’appartamento o della casa, che in genere avviene con la posa di materiali come cartone, nylon e teli di plastica trasparente, nonché il rifacimento degli impianti, l’intonacatura delle pareti, la pavimentazione e la tinteggiatura finale degli ambienti interni ed esterni.

Richiedere un preventivo di ristrutturazione online

Siamo consapevoli che per un proprietario, o per un inquilino, trovare un’impresa di costruzione con tutte queste caratteristiche può non essere facile e richiedere anche un notevole investimento di tempo, soprattutto se non ha a disposizione un budget illimitato.

Per fortuna che, anche in questo caso, possiamo contare su un aiuto che arriva dal web, più precisamente da Edilnet: questo sito, grazie a tre semplici passaggi, permette infatti all’utente di trovare l’impresa edile più adatta alle sue esigenze nel comune di Roma.

Per farlo, è sufficiente che inserisca una descrizione del tipo di opera che desidera effettuare sull’immobile e il budget a disposizione, dopodiché gli basterà confrontare le offerte ricevute e scegliere quella più adatta al suo caso.

Una delle caratteristiche della piattaforma, che la rendono molto innovativa, è che sono le aziende a cercare il cliente per sottoporgli le offerte, non il contrario, pertanto oltre a permettergli di risparmiare denaro (l’utente infatti può decidere liberamente se accettare o meno un preventivo), gli consentirà di risparmiare anche tempo prezioso, che potrà impiegare in altri modi.