You are currently viewing Carta da parati camerette bambini

Il mondo della carta da parati per bambini è enorme e colorato, ma a differenza dei giocattoli, non ci sono raccomandazioni sull’età che aiuterebbero i genitori a decidere quali tipi scegliere.

Tuttavia ha senso scegliere la carta da parati per le camerette in base a motivi, colori, strutture, caratteristiche di pulizia e livelli di sviluppo del bambino. Dopotutto, uno degli aspetti più importanti è: le camere dei bambini dovrebbero crescere con loro.

Inoltre, la carta da parati dei bimbi tende ad essere cambiata abbastanza frequentemente mentre i bambini attraversano diverse fasi di sviluppo e di crescita.

Ovviamente non è necessario installare una nuova carta da parati ogni anno. Come regola generale, ci sono circa quattro cambi di carta da parati dalla nascita alla pubertà, ma non è sempre necessario ricoprire tutte e quattro le pareti.

Carta da parati per neonato: il primo anno di vita

Molti futuri genitori arredano amorevolmente la nursery ancora prima della nascita del neonato. Quando scelgono una carta da parati adatta, spesso optano per modelli classici, color pastello, o con divertenti motivi animali o fiabeschi.

Sì, ma cosa è in grado di vedere o di percepire il bambino? 

Quando i bambini nascono, la loro vista è limitata a circa 20-30 centimetri, quindi si concentrano principalmente sui visi dei genitori.

Il bebé vede soprattutto i contrasti tra chiaro e scuro. Dopo un po’, altri volti cominciano a diventare più interessanti, mentre dopo due mesi, inizia a concentrarsi su oggetti e movimenti.

I colori primari, come il rosso, il giallo e il blu attirano la sua attenzione, mentre non è in grado di distinguere altri gradi di colore, anche se la sua vista migliorerà con il passare dei mesi.

Detto questo, per il neonato, i colori amichevoli, chiari e allegri creano una calda atmosfera di benessere, ma non per questo significa che devono essere il classico azzurro o rosa!

Non limitare inoltre la tua scelta ai colori pastello, perché il bebé apprezza, e vede, soprattutto i colori primari.

Una carta da parati gialla o con motivi gialli raffiguranti animali amichevoli può rivelarsi una scelta perfetta per il bambino.

Un’altra carta da parati per le camerette dei neonati particolarmente indicata è quella con un miscuglio di animali, fiori e alberi in colori primari, perché attira lo sguardo del neonato mentre scopre gradualmente più dettagli.

Anche le belle carte da parati a stella o a nuvola con motivi più grandi hanno un effetto calmante molto piacevole.

Leggi anche l’articolo sulle Camerette Ikea

Bambini piccoli: 1-3 anni

Tra il primo anno di vita e i tre anni, i bambini imparano a camminare e a parlare e, per quasi tutta la notte, si trasformano in simpatici maestri dell’imitazione.

Niente è al sicuro da loro ed esplorano il mondo che li circonda con le mani, con i piedi, con la bocca e con la voce.

Durante questi anni estremamente attivi, è importante assicurarsi che il bambino abbia pause e sonnellini sufficienti e quale posto migliore per trascorrerli se non la propria camera da letto?

Le carte da parati a motivi, come anche la carta da parati 3D per bambini, possono diventare lo sfondo ideale sia per il divertimento sia per il relax.

Dai due ai tre anni, molti bambini sono affascinati dalle cose da costruire, ad esempio torri fatte di mattoni di legno. I bambini iniziano a formulare frasi ordinate e il loro vocabolario conta tra le 50 e le 150 parole.

Iniziano ad ottenere i primi assaggi di indipendenza e a sviluppare preferenze in termini di colori e di forme. Ciò significa che anche i bambini possono iniziare ad avere voce in capitolo per quanto riguarda la scelta della carta da parati adesiva per bambini per la loro stanza.

Il gioco di ruolo diventa importante e interessanti paesaggi sui muri possono ispirare l’immaginazione. I bambini possono trovare i loro personaggi preferiti nella carta da parati, come Elsa di Frozen o Simba de il Re Leone, farne i loro “compagni di gioco” e immergersi in nuovi, e affascinanti, mondi fantastici.

Giornate dell’asilo: bambini di età compresa tra i 3 e i 6 anni

Tra i tre e i sei anni, la maggior parte dei bambini trascorre il proprio tempo al preasilo o all’asilo. Qui la loro conoscenza del mondo viene migliorata, e rafforzata, e acquisiscono importanti abilità sociali.

I bambini incontrano i loro coetanei e imparano a conoscere l’ordine, le gerarchie e le regole dell’interazione umana. Ogni giorno è pieno di una miriade di nuove impressioni.

E anche la stanza del bambino diventa più importante. A questa età, infatti, i bambini passeranno più tempo in camera da letto a giocare e a riflettere sugli eventi della giornata.

Si interessano maggiormente a ciò che li circonda e hanno le proprie idee per quanto riguarda i colori e i motivi della decorazione delle pareti nelle loro camere da letto.

Molte bambine dell’asilo amano le principesse, gli animali come cani, gatti, farfalle e cavalli, ma anche creature fantastiche come gli unicorni o i paesaggi da favola.

I bambini spesso si inclinano verso automobili, aeroplani e navi, ma anche scene da circo e animali selvatici.

In termini di colori, entrambi i sessi sono ovviamente liberi di scegliere. 

Detto questo, sembra ancora esserci una tendenza tra le bambine a preferire colori come il rosa o il lillà. I bambini, per contro, prediligono colori forti come il rosso e l’arancione  o le tonalità fredde del blu e del grigio.

Età scolare: dai 6 ai 12 anni

All’età di cinque o di sei anni inizia un nuovo entusiasmante capitolo per i bambini: la scuola! E con esso arrivano regole molto più rigide, nuove esperienze in termini di interazioni sociali e nuove lotte di potere.

Negli anni successivi prende il sopravvento un certo senso di competizione, la pressione a esibirsi e il mutare dei rapporti con amici e conoscenti. Le personalità vengono plasmate, mentre la fiducia in sé stessi (e in sé stesse) cresce.

La cameretta di un bambino ora ha una serie di scopi: diventa uno spazio in cui il bambino dorme, studia e si ritira, nonché un luogo in cui gli amici lo possono visitare.

La carta da parati dei bambini in età scolare spesso presenta personaggi, attività e animali preferiti, ma la rappresentazione ora è meno infantile e più bizzarra e realistica.

Anche le forme geometriche e le combinazioni forti di colori o i motivi astratti sono popolari. A molti bambini, inoltre, piacciono le carte da parati tipografiche con lettere o numeri in un design alla moda. 

Ti potrebbe interessare anche: Come organizzare la cameretta di un bambino

Gli ultimi consigli sulla pulizia delle carte da parati delle camerette dei bambini

Le stanze dei bambini soffrono naturalmente di un po’ di “usura” e sono più soggette a danni e fuoriuscite rispetto a qualsiasi altra stanza della casa, ma questo non significa necessariamente che dovrai scegliere una carta da parati lavabile: dipende molto dall’età del bambino.

Le carte da parati resistenti allo sfregamento per le camerette dei bambini possono essere pulite con un panno umido e sono quindi una buona opzione per le stanze dei bambini in età prescolare, poiché le piccole dita ricoperte di pappe potrebbero voler ispezionare le divertenti figure sulle pareti, o il biberon potrebbe finire sul muro anziché in bocca.

An.ArredamiCasa partecipa al programma di affiliazioni di Amazon, ricevendo un guadagno dagli acquisti idonei.

Ricevi aggiornamenti sull'arredamento