Sostituzione serrature delle porte blindate

La chiave rotta nella serratura è un inconveniente che può capitare, soprattutto se il cilindro è usurato oppure è stato manomesso, ma spesso rappresenta un motivo di preoccupazione per l’inquilino o il proprietario.

Alcuni maghi del fai da te, per risolvere il problema, propongono soluzioni come ferri da calza, trapani o calamite, ma se non si hanno sotto mano, rimane un’unica alternativa: sostituire la serratura della porta blindata.

Quanto costa però cambiare la serratura della porta blindata e a chi bisogna rivolgersi?

Vediamo di fare un po’ di chiarezza.

Sostituzione serratura porta blindata: a chi rivolgersi?

Cambiare la serratura della porta blindata non è semplice, perché occorre mettere le mani su meccanismi che, se maneggiati in modo non corretto, possono non garantire più un’adeguata protezione, bloccarsi o non riconoscere la chiave.

Per questo motivo consigliamo di rivolgersi ad un professionista del settore, come un fabbro a Milano.

I fabbri, a dispetto di quello che si crede, non fanno parte delle professioni del passato, ma esistono ancora oggi e, in alcuni casi, sono disponibili anche 24 ore su 24.

Quando è necessario cambiare la serratura della porta blindata?

La serratura della porta blindata dev’essere cambiata quando la chiave si rompe nel cilindro, quando ci accorgiamo che è stata manomessa o quando perdiamo le chiavi.

Se invece siamo proprietari di un immobile, la serratura della porta blindata andrebbe sostituita nel caso in cui sia malfunzionante, arrugginita o desideriamo una protezione maggiore dalle infrazioni.

Quanto costa cambiare la serratura della porta blindata?

Il costo della sostituzione della serratura della porta d’ingresso varia a seconda del lavoro che intendiamo commissionare: per esempio, se desideriamo sostituire soltanto il cilindro, spenderemo al massimo tra gli 80 e i 200 euro.

Viceversa, se desideriamo sostituire tutta la serratura, in quel caso al momento di fissare il preventivo dovremo comunicare il modello e la marca della nostra serratura al fabbro.

In genere per i modelli più economici il fabbro non fattura più di 500 euro, mentre se al contrario si desidera approfittare dei vantaggi dati dalle porte blindate di ultima generazione, si dovrà calcolare una spesa di almeno 800 euro.

Tipologie di serrature

Fino a non pochi anni fa la serratura più diffusa era quella con chiave a doppia mano, ma con il passare del tempo è stata progressivamente abbandonata, perché era facile da aprire per i ladri.

Oggi però, grazie all’innovativo sistema anti-grimaldello bulgaro, questa serratura è tornata ad essere una delle più sicure.

Un’altra serratura molto richiesta è quella europea, che a differenza della prima è dotata di più optional, come sistema antibumping, antistrappo e spine antitrapano.

Infine la serratura defender, rinforzata in acciaio inox, è una delle meno comuni in Italia, in quanto ha un costo superiore rispetto alla doppia mano e all’europea, ma se si può contare su un budget importante, consigliamo di vagliare anche questa opzione: alcuni modelli, oltre che di un sistema di allarme, sono dotati di dispositivo blocca-aste, quindi risultano molto sicuri e a prova di effrazione.