Umidità interna: come tenerla a bada con un termostato intelligente

Il termostato domestico normalmente viene utilizzato per regolare la temperatura, ma può anche agire sul tasso di umidità interna dei locali.

In estate, come in inverno, l’umidità in casa gioca un ruolo fondamentale, sia per quanto riguarda il comfort dei suoi occupanti, sia per quanto riguarda le prestazioni HVAC.

I condizionatori d’aria, durante i mesi estivi, vengono usati per raffreddare la casa, ma anche per rimuovere l’aria umida.

Senza questo effetto deumidificante rischieresti di ritrovarti con i muri neri di muffa o, peggio ancora, con un’abitazione trasformatasi in un forno, in cui non riusciresti più a vivere.

Imparare a controllare le impostazioni del termostato ti aiuterà a migliorare l’umidità interna e ad avere sempre una casa confortevole, anche nelle estati più torride.

Qual è il valore dell’umidità interna ottimale e come misurarla

Per avere un clima abitativo sano e confortevole, secondo gli esperti dell’home living, il tasso di umidità interna dovrebbe situarsi tra il 40% e il 60%.

Nei mesi invernali, questo per non ritrovarti a rabbrividire per il freddo, dovresti aumentare la temperatura del termostato e diminuire la percentuale dell’umidità.

Per misurare l’umidità dell’aria interna, e scoprire se il suo valore è ottimale, puoi usare uno strumento, chiamato igrometro, costituito da due termometri montati insieme con una maniglia fissata su una catena.

Il primo termometro misura la temperatura effettiva dell’aria, mentre l’altro, chiamato termometro a bulbo umido, ha uno stoppino umido sulla punta.

Man mano che le molecole dell’acqua evaporano dalla superficie dello stoppino umido, portano con sé il calore e, di conseguenza, abbassano la temperatura del termometro.

La velocità di evaporazione dipende dalla pressione del vapore o dalla quantità di vapore acqueo presente nell’aria.

Come controllare l’umidità relativa (RH) nella propria casa

La misura dell’umidità relativa (RH) è il livello di umidità presente negli ambienti interni rispetto alla percentuale che si trova all’esterno.

In inverno i livelli di RH in casa dovrebbero essere del 40% o inferiori, mentre in estate dovrebbero superare il 60%.

L’umidità relativa della casa è influenzata dal sistema HVAC e dalle impostazioni dei termostati per riscaldamento.

Se i livelli di umidità sono troppo bassi, l’aria si secca, il che può causare malattie, disagi, pavimenti e mobili in legno deformati e accumuli di elettricità statica.

Se, al contrario, i livelli di umidità sono troppo alti, possono crescere muffe e batteri, il che non solo danneggia il sistema HVAC, ma può comportare anche rischi per la salute.

Come mantenere la giusta temperatura in casa e risparmiare sulla bolletta

In estate, a seconda della zona in cui vivi, il termostato dovrebbe essere mantenuto tra i 22 e i 25 gradi. L’impostazione auto può aiutarti non solo a raffreddare le serpentine dell’evaporatore del sistema, ma anche a deumidificare regolarmente l’aria.

Durante l’inverno ti consigliamo di riportarlo a 21 gradi quando sei in casa e di abbassarlo quando sei assente oppure stai dormendo.

Ciò ti permetterà non solo di risparmiare fino al 10% sulla bolletta energetica, ma anche di dare all’impianto il tempo per ricalibrarsi e deumidificare.

Impostando il termostato su una temperatura più fredda quando l’aria condizionata è in funzione, la casa non si raffredderà più velocemente, anzi: aumenterà solo la pressione sul sistema di riscaldamento e di raffreddamento, portando a guasti prematuri.

Tado, il termostato intelligente

Il termostato intelligente ti permette di programmarlo in maniera tale da avere la tua casa più calda durante il giorno e più fresca durante la notte, il tutto tenendo conto anche delle variazioni climatiche stagionali.

Ciò non ti costringerà, ogni giorno, a regolare manualmente la temperatura.

Tra la gamma di termostati intelligenti disponibili sul mercato, il migliore è il termostato Tado, perché oltre a garantire il comfort degli ambienti domestici, riduce gli sprechi energetici e può essere gestito dallo smartphone tramite l’applicazione Tado, scaricabile da Google Play Appstore.

Tado, oltre a farti risparmiare sulla bolletta e a mantenere la temperatura ideale negli ambienti della casa, è dotato di numerose skills intelligenti, come la geolocalizzazione, il rilevamento di finestre aperte e l’integrazione di dati meteo.

È compatibile con i condizionatori dotati di telecomando a infrarossi con display e funziona sia con l’assistente Amazon Alexa, sia con l’assistente Google e l’Homekit di Apple.

An.ArredamiCasa partecipa al programma di affiliazioni di Amazon, ricevendo un guadagno dagli acquisti idonei.

Ricevi aggiornamenti sull'arredamento