You are currently viewing Cucina ecosostenibile: 8 metodi per realizzare una cucina che rispetta l’ambiente

Per molti di noi la cucina è il cuore della nostra casa. Questo perché è la stanza dove le persone possono riunirsi per gustarsi un buon pasto e, più in generale, parlare con i nostri familiari mentre prepariamo deliziosi manicaretti oppure accogliere i nostri amici per un aperitivo o per una merenda.

Tuttavia, il tempo trascorso in cucina significa anche una produzione significativa di rifiuti. Basti pensare che, solo gli europei e i nordamericani, in media producono almeno 95 chilogrammi di rifiuti alimentari pro capite all’anno. E stiamo parlando solo dello spreco alimentare.

Detto questo, ci sono otto modi con cui puoi realizzare una cucina ecosostenibile, a zero sprechi e anche amica dell’ambiente. Ecco quali sono.

1. Usa oggetti biodegradabili

Quando si tratta di sostenibilità, un aspetto di cui dovresti prendere nota è il modo in cui gestisci i rifiuti. Nel caso di una cucina sostenibile, la gestione dei rifiuti diventa un aspetto ancora più importante da organizzare.

Puoi avere un approccio più pratico alla gestione dei rifiuti in cucina utilizzando articoli biodegradabili. 

È vero, da una parte vuoi che strumenti, utensili e altri oggetti nella tua cucina durino a lungo, dall’altra parte però vuoi anche che si decompongano in modo da non generare rifiuti che rimarranno lì a lungo. 

Gli oggetti biodegradabili ti daranno la sicurezza di non contribuire a riempire le discariche con rifiuti che non si decomporranno, nemmeno quando saranno trascorsi lunghi, lunghi anni.

2. Ricicla e composta il più possibile

Un’altra parte della gestione dei rifiuti che dovresti implementare nella tua cucina sarebbe il riciclaggio e il compostaggio. C’è quel sacco di rifiuti, sempre presente nella tua cucina, che potresti riciclare in qualcos’altro… e non a parole!

Se c’è un centro di riciclaggio vicino a casa tua, puoi anche portare lì i rifiuti, ma prima devi classificarli bene, a seconda delle sue regole.

Un tipo di spreco che dovrai affrontare più spesso in cucina, per esempio, è lo spreco alimentare. Invece di buttare via gli scarti, come bucce, gusci e simili, prova a esaminare le magiche capacità del compostaggio.

Il compostaggio diventa particolarmente importante se hai il pollice verde, o vuoi provare a fare giardinaggio intorno alla tua casa. Scoprirai che i rifiuti che produci non sono uno spreco, perché aiuteranno il tuo giardino (e il tuo orto) a prosperare.

3. Pratica la pulizia ecologica

Quando si tratta di vivere in modo sostenibile, la pulizia della cucina viene spesso trascurata.

Quello che non sai, è che esistono prodotti per la pulizia ecologici che puoi usare per mantenere pulita la cucina e farla risplendere.

Per esempio, qui su Arredamicasa abbiamo parlato a più riprese dello straordinario potere pulente dell’accoppiata bicarbonato di sodio-aceto di vino bianco.

Questo è l’articolo citato: Metodi per tenere pulita la cucina

Con questa semplice soluzione, sciolta in acqua calda o trasformata in pasta, puoi pulire praticamente tutto, dalla cappa della cucina al forno.

E se vuoi aggiungere quel caratteristico profumo di pulito, puoi versare alcune gocce del tuo olio essenziale preferito nella soluzione di acqua, bicarbonato e aceto, oppure qualche goccia di succo di limone.

4. Investi in elettrodomestici ad alta efficienza energetica

Se vuoi essere più sostenibile, dovresti anche impegnarti per rendere la tua cucina più efficiente dal punto di vista della classe energetica.

I grandi elettrodomestici da cucina, come il frigorifero e la lavastoviglie, possono consumare un bel po’ della tua energia a casa, quindi sarà nel tuo interesse ottenere elettrodomestici efficienti dal punto di vista energetico.

Per fortuna c’è un modo semplice per trovarli. Quando acquisti un nuovo elettrodomestico, guarda la classe di efficienza energetica: se è A, A+, A++ o superiore, significa che è efficiente dal punto di vista energetico e ti farà anche avere un bel risparmio sulle bollette mensili dell’acqua e dell’elettricità.

Certo, gli elettrodomestici da cucina ad alta efficienza hanno un prezzo iniziale molto più alto, ma fidati, ti aiuteranno a tagliare i consumi energetici e anche a risparmiare centinaia di euro ogni anno.

Non per nulla le nostre nonne dicevano “Chi più spende, meno spende”.

5. Considera l’idea di acquistare utensili in acciaio inossidabile

Anche il materiale che compone la tua cucina può giocare a favore della sostenibilità.

Se hai già una cucina funzionante e in ottime condizioni, non sarà necessario apportare modifiche, ma considera di investire in utensili e oggetti in acciaio inossidabile se stai pensando di rinnovarla.

La maggior parte degli utensili e degli oggetti in acciaio inox viene riciclata, riducendo l’impronta di carbonio sull’ambiente. Inoltre, l’acciaio è anche un materiale esteticamente versatile, nonostante emani un’atmosfera moderna.

6. Usa l’illuminazione LED

Un modo semplice per essere efficienti dal punto di vista energetico è sostituire le vecchie lampadine con fonti di illuminazione a LED.

L’illuminazione a LED utilizza meno energia per lo stesso livello di luminosità, o addirittura più sostanziale. Ecco perché è un’alternativa migliore alle lampadine tradizionali.

È eccellente a lungo termine, quindi dovresti spegnere le luci se non utilizzi l’illuminazione a LED.

7. Utilizza strofinacci da cucina riutilizzabili

Gli strofinacci da cucina riutilizzabili sono un’ottima alternativa alla carta da cucina. Puoi usarli ripetutamente lavandoli in lavatrice e impiegheranno molto tempo prima che inizino a diventare inutilizzabili.

Non è nemmeno necessario acquistare nuovi asciugapiatti da cucina. Puoi creare i tuoi asciugapiatti da cucina con vecchi asciugamani, tagliandoli in quadrati più piccoli e usandoli  al posto della carta da cucina.

8. Preferisci i contenitori in vetro

Per quanto possibile, procurati dei contenitore in vetro per conservare qualsiasi cibo o simili nella tua cucina. 

I contenitori in vetro sono convenienti perché puoi congelarli e alcuni sono anche adatti per il microonde. Inoltre hanno anche un aspetto più elegante rispetto ai contenitori in plastica. 

Cucina ecosostenibile: conclusione

I suggerimenti sopraelencati ti consentiranno di gettare le basi della tua cucina ecosostenibile. 

Abbinali ad altre pratiche a zero spreco, come il riutilizzo creativo degli avanzi di cibo, e sarai sicuro di goderti un pasto sontuoso con la tua famiglia mentre fai la tua parte per salvare il pianeta.

An.ArredamiCasa partecipa al programma di affiliazioni di Amazon, ricevendo un guadagno dagli acquisti idonei.

Ricevi aggiornamenti sull'arredamento